Scienza e Reconnection - The Reconnection

Vai ai contenuti

Menu principale:

Scienza e Reconnection


Reconnective Healing è fermamente sostenuto dalle più recenti teorie di fisica nucleare e quantistica, dove tutto ciò che gli esseri umani hanno sempre creduto essere vero viene capovolto,
il tempo scorre all'indietro,la gravità (Forza di attrazione)
diventa più forte con la distanza
, la materia e l'energia si scompongono in vibrazione di stringa,
(componente fondamentale dell'universo) infinitesimamente più piccola di una particella
(non visibile ad occhio nudo).


La vibrazione di ciascuna stringa determina l'identità della stessa.
Materia ed energia diventano un tutt'uno come una grande sinfonia.


Gli scienziati sono entusiasti delle modalità con cui
Reconnective Healing sembra essere unica.


La ricerca scientifica ha dimostrato che Reconnective Healing
è molto diverso dal Reiki e altri tipi di guarigione
(dove non c'è contatto tra operatore e ricevente) ,
ciò è riscontrato in particolar modo dai praticanti e da coloro che lo ricevono.


GARY SCHWARTZ PhD. Autore di “L'energia vivente dell'Universo”, Professore di Psicologia, Medico, Neurologo e Direttore Psichiatrico del Centro per le medicine di frontiera e ricerche sul “Campo”, Direttore del Laboratorio per l'avanzamento della Consapevolezza e Salute dell'Università dell'Arizona.
Il laboratorio sui sistemi di energia umana, che Gary Schwartz precedentemente menzionato, ha condotto 4 ricerche, esperimenti controllati a determinare se l'energia della Guarigione Riconnettiva fosse qualcosa che un laboratorio di ricerca poteva verificare.
Negli studi condotti Eric Pearl e 2 del suo staff come riceventi.
Il primo test mostra che soggetti bendati possono mantenere
“l'energia” fino all' 83 percento del tempo.
Il secondo mostra che l'energia funziona come un segnale elettromagnetico, riporta Schwartz.
Il terzo mostra colui che invia onde dal cuore, misurate da un elettrocardiogramma si imprimono su onde celebrali del ricevente, misurata da un elettroencefalogramma,
in modo particolare quando colui che invia, intende inviare questa energia.


Molto significativo in questo terzo esperimento, Schwartz afferma, “è quello se il ricevente è consapevole o no di ricevere questa energia, l'elettrocardiogramma mostra la stessa cosa, così c'è un'energia sconosciuta assorbita che può essere registrata a livello elettromagnetico”.

Il quarto esperimento, registra le onde celebrali e i movimenti degli occhi di 3 soggetti, in tre differenti condizioni. Il laboratorio sta ancora analizzando i data dal quarto esperimento.

RICHARD GERBER MD, autore del libro “Medicina Vibrazionale: Nuove scelte per guarire se stessi, una pubblicazione indicata come punto di riferimento enciclopedic, per molti ha gettato un ponte di collegamento fra la scienza e l'esoterismo in merito alla guarigione.

La medicina Vibrazionale è un approccio diagnostico di cura al benessere utilizzando
energia in varie forme e frequenze.
E' il primo scientifico approccio che ho visto capace di integrare scienza e spiritualità, anche se talvolta non è stato considerato nei protocolli medici.
E' solo nel veder il corpo come sistema di energie multidimensionali che iniziamo un approccio come l'anima si manifesti attraverso la biologia molecolare, se lo volete.
Al primo punto l'evoluzione umana inizia, i nostri meridiani erano connessi a qualcosa chiamato linee assiatonali un sistema di griglie
ciò collega realtà attuale ad alte dimensioni di matrice di energia aldilà del corpo eterico per mantenere un perfetto sistema di salute ed equilibrio.

Questa può essere l'area dove Reconnection Healing agisce realmente. 
Si riconnettono i nostri meridiani a quelle linee assiatonali e al sistema di griglie.

JAMES J. HURTAK, Ph.D, PhD in Scienze Sociali e Futurista, autore del bestseller “IL LIBRO DELLA CONSCENZA. LE CHIAVI DI ENOCH”
Fondatore e Presidente dell'Accademia Internazionale per le Scienze del futuro
.
Il nostro corpo galattico di creazione controlla il rinnovamento delle sue funzioni attraverso meridiani assiatonali, linee che sono l'equivalente delle linee di agopuntura che possono riconnetterci per risonanza con il sistema stellare.
Quando l'uomo può scoprire la connessione tra la sua vita attraverso la continua divisione cellulare, l'uomo accede ad una nuova super-scienza conosciuta come medicina astronomica.
Le linee assiatonali, parte di un sistema circolatorio della quinta dimensione, combinano colori e suoni che sono usate per disegnare attraverso il corpo l'energia di base giusta per rinnovare le funzioni dell'evoluzione del corpo e del DNA.
Quindi le linee assiatonali, possono essere utilizzate per la completa rigenerazione di un organo quando viene attivato dalla propria energia.


Le griglie sono organizzate per cambiare l'informazione genetica di tutto il corpo attraverso una rete di cellule messaggere le quali passano su alcune parti del corpo.
In altre parole attraverso le griglie assiatonali ci è fornito il quadro di riferimento necessario per l'adeguata formazione di un nuovo organo, arto etc....
Questa rete di griglie è connessa con il corpo con la colonna vertebrale la quale è la maggior antenna per la messa a terra dei segnali di luce.
Così come una cellula può essere spaccata, tutta la rete della colonna vertebrale può essere spaccata da una linea assiatonale in un qualsiasi numero parallelodi reti corporali perché la colonna vertebrale raccoglie tutti dei 7 maggiori campi del corpo (chakra) in relazione al cervello primitivo, alle staminali, e corteccia celebrale.
Le linee assiatonali sono linee vibranti che connettono livelli di attività elettrochimica umana con circuiti astrobiologici che collegano il sistema solare con sistemi di risonanza stellari.
Le linee assiatonali connettono la mappa dei punti di agopuntura del sistema biologico del corpo con sistemi superiori astrologici.


DOUG DE VITO, è a capo dell'organizzazione per the reconnection divulgatore del libro:
LE CHIAVI DI ENOCH.
C'è un lavoro con il nostro corpo (tutti i sistemi biologici) un sentiero di un unico livello vibratorio;
i nostri corpi attualmente controllano il loro rinnovamento delle funzioni attraverso qualcosa, chiamato meridiani di linee assiatonali.
Queste linee assiatonali meridiane non sono le stesse linee meridiani
che abbiamo avuto nel pianeta per un po' di tempo.
Questo è attualmente una serie differente di linee funzionanti con tutte le linee,
lavorano con tutti i sistemi del nostro corpo ma è differente.
E' un nuovo modello che è stato portato a noi.
Queste linee assiatonali non sono limitate al corpo fisico,
non finiscono con la vostra pelle esse sono infinite.
Queste connessioni infinite ci connettono alla terra, all'universo e a noi stessi.
Queste linee assiatonali son parte di un sistema della quinta dimensione circolatorio
che porta suoni e colori.
Quando noi portiamo suoni e colori da questo sistema,lo portiamo dentro il nostro sé superiore
o (super consapevolezza) e utilizza l'energia di base per rinnovare e guarire le nostre funzioni


Altri test che coinvolgono generatori di eventi casuali hanno dimostrato
che le frequenze Riconnettive riportano armonia nel caos.


Reconnective Healing suscita grande interesse da parte dei più quotati medici
e ricercatori in campo medico e universitario di tutto il mondo.

Ecco ciò che alcuni scienziati hanno da dire in merito alle loro ricerche.


William Tiller, Ph.D. Professore Emerito del Dipartimento Scienza dei Materiali della Stanford University ,membro dell'Accademia Americana per l'Avanzamento della Scienza lo potete vedere nel film What the Bleep....

Con la Reconnection Healing, molte varietà di energie e luce,
fluttuano attraverso il guaritore e il ricevente.

In altre parole, quello che stiamo dicendo è amplificare il concetto di energia di guarigione
come lo conosciamo, in un più ampio spettro di energia, luce ed informazione.
La cosa interessante che ora sappiamo che il corpo guarisce attraverso frequenze, vibrazioni e risonanze comunicate attraverso la luce (campo di frequenze che pervade l'universo).

Così di fatto le Frequenze Riconnettive contengono un elemento di luce molto significativo
.


Nel 1970 uno scienziato Tedesco Fritz Albert Popp
fece un'interessante scoperta mentre ricercava
le cause che provocano un cancro, scoprì che il nostro DNA emette un certo livello di Luce
e che utilizza le frequenze di ogni genere come strumento di informazione,
ciò ci suggerisce che le risposte del corpo dipendono dalle onde di luce.

Egli scoprì che la luce era responsabile della fotoriparazione delle cellule e che il cancro
si genera quando questo sistema va in blocco e il sistema di fotoriparazione
non può più interevenire per riparare il sistema.


Quando siamo ammalati le nostre onde luminose non sono sincronizzate.
Ulteriori informazioni in “THE FIELD” di Lynn Mc Taggart.

Ancora dr.. Tiller
: “ Abbiamo fatto un'eseprimento con Eric mentre teneva un seminario lo scorso Febbraio a Sedona in Arizona e i dati che abbiamo raccolto sono stati notevoli.
Prima di tutto, quello che abbiamo scoperto monitorando la sala,
già cinque ore prima che vi entrasse qualsiasi persona, dello staff,
eric stesso, o i partecipanti all'evento, abbiamo misurato un elevato livello di simmetria variato
rispetto alla normalità, lo spazio risultava già condizionato, qualcosa era già successo prima che le persone arrivassero lo spazio era già predisposto per facilitare il processo di guarigione.


Continuando a monitorare lo spazio, abbiamo verificato che ancora due giorni dopo la fine
dell'evento l'incremento di queste energie era ancora considerevole.

Ve lo dirò in termini più comprensibili,se guardiamo la normale realtà e diciamo
qual'è l'effettivo aumento di temperatura per uno spazio normale, e a quanto deve arrivare per arrivare alla stessa temperatura creata durante il seminario di eric,
due giorni dopo l'inizio dello stesso la temperatura effettiva cresce durante un seminario in un normale spazio fino a 300 gradi centigradi
(rilevato dagli strumenti di termodinamica) il che corrisponde
ad un aumento enorme dell'energia della sala.


Articoli su come questa energia operi, incluso le guarigioni a distanza le trovate sul sito www.tiller.org.
Il suo lavoro con la reconnection healing è discussa nel suo ultimo libro Scienze Psicoenergetiche :
Una seconda Rivoluzione Copernicana.

Le onde Gamma sono molto rare; esse sono tipiche degli stati di meditazione e di grande energia, sono correlate con la volontà e i profondi poteri psichici.
Alcuni anni fa, John Day, MD, chirurgo di medicina generale e vascolare, decise di mettere da parte il suo lavoro e di praticare la Reconnective Healing. Day si laureò al Tulane Medical School nel 1977 e completò la sua specializzazione a Baltimora all'Università di Maryland prima di associarsi al grande Boulder, in Colorado dove passò i successivi 25 anni nella pratica chirurgica. Egli affermò quanto segue:"Presi questa decisione perché sentii che mi avrebbe aiutato a comprendere livelli più alti di medicina e cioè a guarire gli altri più profondamente nonché me stesso!”
Approfondimenti sulla Reconnective Healing:
Uno degli studi sulla Reconnective Healing è menzionato sul nuovo libro del prof. Gary Schwartz “Esperimenti sull’Energia di Guarigione”.

Studi condotti sulla guarigione a distanza, come quello di Elisabeth Targ,
suggerirono che gli effetti elettromagnetici costituivano una parte fondamentale del processo
ma che il ruolo centrale era svolto dalla luce.
Ciò confermava le scoperte del fisico Fritz-Albert Popp, il quale, negli anni 70,
dimostrò che le cellule di tutti gli organismi viventi, dalle piante agli uomini,
contengono piccolissime particelle di luce a cui diede il nome di “biofotoni”.
I biofotoni si organizzano in minuscole correnti di luce che l'organismo emette costantemente
e che formano un sistema di comunicazione altamente efficace.
Attraverso queste continue emissioni, che si propagano alla velocità della luce,
l'organismo è in grado di trasferire informazioni su di sé anche a distanza.
Mediante esperimenti condotti con una macchina costruita appositamente dallo stesso Popp
e capace di catturare la luce registrando la quantità di fotoni presenti in essa,
il fisico tedesco dimostrò che la sede e il punto da cui partivano i biofotoni era il DNA cellulare;
ciò significava che attraverso le correnti biofotoniche venissero trasmessi segnali contenenti importanti informazioni sulle caratteristiche genetiche dell'organismo, compreso il suo stato di salute,
come se i biofotoni costituissero un linguaggio in codice per la comunicazione
intra ed extra-cellulare.





 
Torna ai contenuti | Torna al menu